bruna

Benvenuti sul sito della "Fondazione Nazionale Vito Fazio-Allmayer", Fondazione creata nel 1975 da Bruna Fazio-Allmayer e Fanny Giambalvo per dare continuità all'impegno di Vito Fazio-Almayer e per favorire la crescita, soprattutto nelle giovani generazioni, di esperienze culturali, scientifiche e filosofiche, politiche e sociali capaci di rinnovare e sollecitare le potenzialità creative presenti nella società.

Vai al portale della 
Biblioteca filosofica di Palermo

Visita l'Archivio pedagogico 

italiano del Novecento

ECDL

palermolegge

Scopri l'offerta ECDL della Fondazione "Vito Fazio-Allmayer", test center AICA e centro studi per la cultura digitale Visita il sito di Palermolegge, la manifesta
zione promossa dalla Fondazione "Vito Fazio-Allmayer"

Salta news del sito

News del sito

Immagine Fondazione Vito Fazio-Allmayer
Che cos’è l’educazione digitale
di Fondazione Vito Fazio-Allmayer - venerdì, 13 luglio 2018, 12:14
 

RivistaVi segnaliamo sulla "Rivista lasalliana" l’articolo Che cos’è l’educazione digitale, con cui prosegue la divulgazione dei risultati delle ricerche condotte negli ultimi anni sulla digitalità nella pratica educativa dalla Fondazione Fazio-Allmayer in collaborazione con OPPI.

 

 
Immagine Fondazione Vito Fazio-Allmayer
La gestione dell'aula
di Fondazione Vito Fazio-Allmayer - domenica, 1 luglio 2018, 11:59
 

Aperte le iscrizioni al corso OPPI: Erogare la formazione. La gestione dell’aula. Il corso, tenuto da Luigi Gilberti e Renza Cambini (OPPI, Milano)  si terrà nella sede della Fondazione "Vito Fazio-Allmayer" di via Sammartino 134 a Palermo, il 22,23 e 30 settembre 2018

In allegato il volantino ...

Leggi il resto dell'argomento
(103 parole)
 
Immagine Francesco Cortimiglia
Mario Reguzzoni
di Francesco Cortimiglia - domenica, 24 giugno 2018, 11:13
 

Il 21 giugno 2018 è morto Mario Reguzzoni SJ, studioso dei sistemi di istruzione europei e fondatore, nel 1965, dell’OPPI (Organizzazione per la Preparazione Professionale degli Insegnati), il centro, che da oltre 50 anni, prepara migliaia di docenti italiani a metodologie innovative e partecipative, utilizzando i risultati delle ricerche internazionali più avanzate.

La sua carica utopistica, sostenuta dalla serietà degli studi e dai dati di realtà, e la sua fede incrollabile nella perfettibilità umana, ci danno la fiducia di continuare nella strada da lui tracciata.